MASSAGGIO INFANTILE - Psicomotricista Ilaria Palvarini
293
single,single-post,postid-293,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,popup-menu-slide-from-left,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

MASSAGGIO INFANTILE

massaggio infantile marshmellow

MASSAGGIO INFANTILE

FACCIA A FACCIA – PELLE A PELLE

Per rapportarsi con un bimbo appena nato dobbiamo provare a fuggire da una realtà fatta di immagini e suoni che si sovrappongono, di contatti fugaci e sguardi veloci, per entrare in punta di piedi in un mondo ovattato, fatto di gesti lenti, di sguardi intensi e durevoli, di melodie delicate e colori sfumati. Da una realtà tutta a parole, spesso vuote, ci catapultiamo in una dimensione in cui il linguaggio è tutto corporeo. Il massaggio infantile è un linguaggio non verbale, unico nel proprio genere, con il quale ogni genitore può instaurare una comunicazione privilegiata con il proprio bambino. Si può associare a movimenti di dondolamento e leggere oscillazioni, a sorrisi e vocalizzi. Il massaggio infantile è un modo di porsi nei confronti dell’altro, in una situazione di attenzione verso il bambino, i suoi bisogni e i messaggi che ci manda, rispondendo a nostra volta con un messaggio di profondo amore. Questo momento di scambio è importante per cercare di comprendere i segnali comunicativi che il bimbo ci invia per rispondervi il più adeguatamente possibile, attraverso un dialogo tonico-emozionale che si stabilisce attraverso il contatto corporeo, la forma più antica di comunicazione sociale.

I benefici sono molteplici:

Favorisce il legame di attaccamento

Accresce il benessere psicofisico riducendo lo stress, favorendo l’instaurarsi di adeguati ritmi sonno-veglia

Normalizza l’attività gastro-intestinale

Accresce la consapevolezza del bambino nei confronti della propria identità corporea e favorisce l’acquisizione dello schema corporeo

Normalizza la respirazione e stimola funzioni vitali come la circolazione sanguigna e l’attivazione delle difese immunitarie.

Secondo alcuni studi è in grado inoltre di ridurre lo stress anche all’interno della coppia genitoriale stimolando l’attitudine all’ascolto reciproco.

Esistono specifiche tecniche di massaggio infantile, ma poiché ogni bimbo è unico, le mamme e i papà possono trovare il proprio modo di effettuare il massaggio.

Per seguire la crescita del bambino all’aumentare delle autonomie, si possono ancora inserire dei momenti di massaggio per quelle parti corporee che restano “a portata di mano” sfruttando giochi e filastrocche, facendo emergere la parte ludica del massaggio rispettando tuttavia il suo desiderio di indipendenza e il suo slancio di scoperta verso il mondo, senza quindi richiedergli di stare fermo intanto che lo massaggiamo, ma lasciandolo libero di esplorare, muoversi, giocare.

Qualche spunto alla vostra creatività:

Ecco guarda che arriva una gatta,

ti sfiora col muso, ti gratta ti gratta,

con la sua coda fa dei ghirigori

e lentamente disegna dei fiori

bellissimi fiori d’acacia,

poi si siede e ti bacia

Un folletto dispettoso,

fa un solletico scherzoso,

sulla mano e sul piedino

sulla schiena e sul pancino,

poi si poggia sulla testa

e lì ti gratta che è una festa!

 

Dott.ssa Ilaria Palvarini (Psicomotricista a Mantova)

Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva.

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi